BIT MILANO: SPACCA (WELCOMEAQ), “OTTIMI RISULTATI CON OPERATORI ESTERI, C’E VOGLIA DI TURISMO LENTO”

Febbraio 7, 2024 17:48

MILANO – Un buon numero di richieste di pacchetti turistici e la sensazione che il percorso di sviluppo del settore all’Aquila e nel resto d’Abruzzo sia a buon punto, visto il grande interesse soprattutto per il turismo lento e delle radici e per lo slow food, così come per L’Aquila in ricostruzione post-terremoto.

A scattare la fotografia, nello stand dell’agenzia di viaggi e punto informativo IAT dell’Aquila “WelcomeAq”, all’interno del padiglione della Regione Abruzzo, è Andrea Spacca, presidente di Explora tourism services, cooperativa che gestisce WelcomeAq, partito dall’Aquila alla volta della Borsa internazionale del turismo (Bit) di Milano, che si è conclusa ieri.

“Sono stati molti i tour operator esteri con cui ci siamo incontrati. Le richieste sono arrivate da diverse parti del mondo, dal Canada all’Argentina. Significa che il lavoro fatto nella nostra regione è ormai riconosciuto a livello globale”, racconta Spacca.

“Tra pacchetti ‘yoga e monasteri’, borghi da visitare in tranquillità, apprezzamento per le nostre ‘meraviglie’ enogastronomiche – continua Spacca – possiamo dirci più che soddisfatti. La strada, allora, è stata tracciata. Noi continuiamo a seminare, anche perché siamo solo all’inizio. Si può fare ancora molto per valorizzare la nostra regione, considerando che rete con gli altri operatori sui territori è ottima e funziona già bene”.

“Tra le altre domande che ci sono state poste – conclude Spacca – ci sono quelle sull’Aquila. Ci chiedono a che punto è la ricostruzione post-terremoto, perché è una città la cui tragedia del 6 aprile 2009 ha fatto, purtroppo, il giro del mondo. C’è voglia di conoscerla, di visitarla, magari, in qualche caso, di tornarci dopo averla vista con le bende ed i cerotti per ammirarla rinata e addirittura più bella di prima”. (red.)

Articoli più visti