PONTE DELL’IMMACOLATA SENZA NEVE IN ABRUZZO, SLITTA APERTURA IMPIANTI SCI, RIPARTE ROCCARASO

Dicembre 9, 2023 18:47

PESCASSEROLI – Tutto pronto da tempo, nella speranza di poter inaugurare la stagione invernale, ma quello in corso è un fine settimana al di sotto delle aspettative di gestori di impianti da sci abruzzesi e appassionati sciatori.

Il weekend, tanto atteso per il ponte dell’Immacolata, fa già storcere il naso per la colonnina di mercurio troppo alta. Di neve nessuna traccia e le temperature non permettono di spararla artificialmente. Unica isola felice Roccaraso, dove, pur tra le difficoltà, sono tornate in funzione ieri mattina la cabinovia, andata e ritorno, e la pista Pallottieri, l’unica aperta delle sei della stazione sciistica.

Sugli impianti di Campo Felice, a Rocca di Cambio (L’Aquila), infatti, per 2 notti e mezzo i cannoni hanno inutilmente diffuso una coltre bianca che si è poi rivelata insufficiente a rendere funzionanti le piste.

È stata rimandata l’apertura anche per gli impianti di Campo Imperatore, dove persino l’attivazione della storica funivia, che era in programma a prescidere dalla neve per questo weekend, è stata spostata alla prossima settimana, che nevichi o meno.

“Per andare su e godere del paesaggio, oltre alla funivia c’è la strada, che è ancora aperta, non essendoci neve”, spiega ad Abruzzoweb Dino Pignatelli, gestore del Centro Turistico del Gran Sasso, afferente agli impianti di Campo Imperatore. “Per cui non c’è stata la necessità di mettere in funzione la funivia sin da ora. Prevediamo di riaprirla comunque per il prossimo fine settimana”.

Forte motivazione a Pescasseroli, dove la stazione sciistica Monte Vitelle – con 3 seggiovie, 3 skilift e un innovativo tappeto chiuso di 500 metri, all’interno del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise (Pnalm) – seppur ancora chiusa per la famigerata mancanza di neve, “si differenzia dalle altre strutture di impianti da sci per essere all’interno di un’area protetta – spega ad Abruzzoweb Italo Gallinelli, uno dei proprietari della stazione sciistica Monte Vitelle, della società Alta quota srl – e i visitatori vogliono andare in quota a prescindere dalla neve, per ammirare il paesaggio”.

“Pertanto – conclude Gallinelli – noi per la vigilia di Natale apriamo lo stesso, anche senza neve. Attiveremo la seggiovia Orsa Maggiore. Sarà possibile quindi raggiungere una delle nostre baite a 2100 metri”.

In Alto Sangro, invece, la stagione turistica invernale è ripartita, anche se non in modo uniforme.

A riaprire per primi, grazie alla seppur poca neve, sono stati gli impianti di Roccaraso (L’Aquila).

Pranzo in baita alle Toppe del Tesoro utilizzando la cabinovia per giri panoramici, mentre è stato possibile fare lezione al campo scuola e divertirsi sulla neve.

Buone le richieste di skipass, nonostante il prezzo sia stato ritoccato con un rincaro del 10%. Roccaraso, però, al momento è l’eccezione. Altrove la mancanza della neve resta un problema.

Articoli più visti