TERME POPOLI: D’ORAZIO, “GRANDE FUTURO CON ALBERGHI A 4 STELLE E DIFFUSO E AGENZIA PROMOZIONE”

Dicembre 11, 2023 12:48

PESCARA –  “Il progetto che ben presto arriverà a compimento farà delle terme di Popoli un fiore all’occhiello dell’intera regione, un nuovo polo di attrazione e di benessere a livello nazionale e internazionale”.

Lo promette nell’intervista streaming ad Abruzzoweb, l’ex consigliere regionale Benigno d’Orazio, amministratore unico di Terme Inn Popoli, società che gestisce lo stabilimento termale di Popoli terme, in provincia di Pescara, e alle porte della valle Peligna.

D’Orazio nell’intervista conferma inoltre che non sarà candidato della Lega alle prossime elezioni regionali del 10 marzo: “ringrazio gli amici leghisti di avermi chiesto la disponibilità, ma ora la mia ferma volontà è quella di continuare a lavorare alle terme di Popoli, e portare a compimento tutti i progetti già in campo”, tiene a precisare.

In estate è arrivato, da parte della Regione, l’annuncio di un grande piano di rilancio di oltre 32 milioni di euro complessivi, e si lavora all’istituzione di un treno speciale turistico da Roma e Pescara.

Patrimonio inestimabile di Popoli terme sono le acque sulfuree delle sorgenti del De Contra, utilizzata dall’attuale stabilimento termale, caratterizzate da un buon grado solfidrometrico, utili alla cura di numerose patologie in ambito artroreumatologico, otorinolaringoiatrico, pneumologico, dermatologico, flebologico e gastroenterologico.

Inaugurato nel 1998, accoglie mediamente circa 60.000 presenze a stagione ed offre una importante gamma di servizi sanitari, termali e riabilitativi. Il complesso, classificato al 1° livello Super, il più alto nella scala nazionale, si sviluppa su 3.000 metri di struttura coperta, con un parco di 40.000 metri quadrati e un percorso cardiovascolare e respiratorio di 1 chilometro. La struttura termale è organizzata in reparti dedicati a trattamenti e tecniche specifici. Il Centro, inoltre, offre un’area dedicata alla diagnostica. La struttura offre cicli di cure convenzionati con il Sistema Sanitario Nazionale e a pagamento.

Entrando nel merito D’Orazio spiega innanzitutto che “un passaggio fondamentale è stato  il cambio del nome del Comune di Popoli in cìC Popoli terme, approvato dall’84% della popolazione chiamata ad esprimersi con un referendum. Questo ha fatto sì che un’intera comunità si è stretta intorno al progetto, ed è questa la base da cui partire”.

Aggiungi dunque D’Orazio: “con un investimento di 30 milioni di euro tra due anni avremo un  un grande Centro termale, con albergo a 4 stelle da 110 camere, piscine, ristoranti, centro congressi. Ma ancor prima, a primavera, cercheremo di rendere disponibili determinati servizi, a cominciare dalle piscine”.

Ma non solo, “nascerà anche un albergo diffuso nel centro cittadino con ben 90 camere, destinate al turismo sociale, che garantiamo oggi con un pullman gratuiti per le persone meno abbienti e con fragilità, a servizio dei comuni limitrofi.  Poi in due stabili che saranno ristrutturati, uno nel cuore del centro storico, l’altro lungo la strada principale, già messi a disposizione dal Comune, nascerà la sede dell’Agenzia promozione turismo sostenibile, che sarà parte integrante del grande progetto Abruzzo regione del benessere, e che promuoverà non solo le terme, ma tante altre destinazioni turistiche”.

Infine, spiega D’Orazio, “con il consorzio ‘Abruzzo Green Eat’ trasformeremo e commercializzeremo i prodotti della filiera dell’agrifood abruzzese, con particolare riferimento ai prodotti biologici e a km zero, ed anche le creme e altri prodotti cosmetici, realizzati direttamente dalle terme”.

LA DIRETTA

Articoli più visti